divider

eNEWS

separator

Enews #StefanoScaramelli 13/07/2017 n. 115

/ 0 Comments /

Carissimi,
inizio a scrivervi con le buone notizie: il via libera del Consiglio regionale al nuovo assetto del governo clinico, con il quale completiamo nei tempi prefissati la Riforma sanitaria; l’ok alla legge per l’accesso degli animali d’affezione sui mezzi di trasporto pubblico; il passo in avanti verso una sanità più vicina e semplice per i cittadini grazie all’accordo siglato da Regione Toscana che rende possibile prenotare visite specialistiche, pagare ticket e attivare la tessera sanitarie anche nelle farmacie; l’arrivo di 900.000 euro per i Comuni toscani che investono nella valorizzazione delle mura storiche. Un altro riferimento, importante, lo vorrei fare sull’eccezionale intervento realizzato all’interno del Dipartimento Materno-Infantile dell’AOU Senese. Ci tengo a sottolineare il grande lavoro di squadra svolto da tutte le risorse al lavoro nell’ambito del dipartimento, dalla ginecologia alla pediatria fino alla terapia intensiva neonatale e alla chirurgia pediatrica. Una sorta di eccezionale ‘filiera del bambino’ che mai come adesso possiamo dire è in grado di dare i frutti migliori, mettendo a sistema tutte le competenze, a servizio di situazioni di estrema difficoltà.
Ecco alcune delle novità della settimana, di queste e di molto altro parleremo alla cena –  incontro pubblico che faremo lunedì prossimo alla Festa dell’Unità di Chiusi. C’è ancora qualche posto disponibile, se non lo avete ancora fatto prenotatevi contattando Elisa al numero 349/5213503. Vi aspetto! Sarà un’occasione per parlare delle cose fatte e di quanto ancora ci sia da fare. In due anni abbiamo portato a compimento la legge sui pronto soccorso pediatrici, la rete pediatrica regionale, la riforma sanitaria, la definizione delle nuove zone socio-sanitarie, le legge sui defibrillatori negli impianti sportivi, quella sulle acque termali e sulla qualità delle acque delle piscine. Ma anche le nuove norme sulle strutture sanitarie e sociali, quella sulla trasformazione dei prodotti agricoli, la riforma della caccia e quella di tutela dei piccoli comuni, i cimiteri per gli animali domestici e quella per il reddito di solidarietà. Da sottolineare anche l’introduzione dell’Etruria nel Prs, un risultato non affatto scontato e molto importante per le terre di Siena, l’abolizione dei vitalizi, i provvedimenti sulle città murate e sul sostegno a Centri commerciali naturali, bande musicali e associazioni di rievocazione storica. Altre sfide da vincere ancora ci attendono. Penso alla politica e al nostro territorio. Nei prossimi mesi dobbiamo lavorare, insieme come abbiamo fatto in questi due anni, per far partire i congressi nel nostro territorio e per la città di Siena che nel 2018 andrà al voto.
A lunedì,
Stefano

169/2017 – Farmacie, Accordo regionale per Cup e altri servizi
Il rapporto di fiducia con il nostro farmacista è un punto di forza del sistema sanitario, il radicamento e la professionalità di queste figure offrono ogni giorno un servizio esteso e capillare fondamentale. Grazie all’accordo siglato con la Regione Toscana sarà possibile prenotare visite specialistiche, pagare ticket e attivare la tessera sanitarie anche nelle farmacie è una buona notizia. Un passo in avanti verso una sanità più vicina ai cittadini e più semplice nelle sue pratiche quotidiane. Il cambiamento del sistema CUP, quindi, inizia a prendere corpo. E siamo solo all’inizio. L’auspicio, infatti, è affinché il servizio venga esteso alle Case della Salute e agli studi dei medici di Medicina Generale. Sono piccoli ma fondamentali passi in avanti, concreti, che facilitano la vita di tutti e danno risposte anche a coloro che vivono nei piccoli centri montani o nelle isole.

170/2017 – Sanità, il nuovo assetto del governo clinico è legge
Via al nuovo assetto  organizzativo  del governo clinico, della commissione bioetica e dei comitati etici della Toscana. Nel segno dell’innovazione, del risparmio e dell’eccellenza delle professionalità. Il nuovo testo che va a modificare la legge regionale del 2005, ha avuto questa settimana il via libera del Consiglio regionale. Con le nuove norme verranno selezionati i migliori professionisti che dovranno definire le linee guida. Non solo; la nuova legge consentirà di risparmiare sui loro compensi e, per quanto riguarda la commissione terapeutica ed etica, la legge consentirà di sperimentare farmaci e selezionare i migliori medici per tutta la Toscana. Continua a leggere

171/2017 – Animali d’affezione: sì alla legge per l’accesso su mezzi trasporto pubblico
Cani, gatti e gli altri animali d’affezione potranno salire sugli autobus che effettuano il servizio di trasporto pubblico locale, seguendo alcune regole. Si tratta di una norma semplice, che rappresenta un atto di civiltà. Potranno salire sugli autobus con i loro padroni, seguendo alcune regole: i cani, non più di uno per ogni persona, dovranno essere al guinzaglio e con la museruola, o in alternativa, nei ‘trasportini’. I gatti e gli altri animali d’affezione potranno essere trasportati nelle apposite gabbiette. Sarà cura dei padroni assicurare che gli animali non sporchino o creino disturbo o danni agli altri passeggeri o alla vettura. Ai conducenti e al personale aziendale la facoltà di valutare il mancato rispetto degli obblighi ed eventualmente di allontanare i possessori degli animali, anche in ragione dell’affollamento della vettura.

172/2017 – Città murate: 900mila euro per i Comuni che investono nella valorizzazione delle mura storiche
Via libera alla proposta di legge che rinnova anche per il 2017 la concessione dei contributi, previsti già nel 2016 (quando erano stati solo 10 i Comuni beneficiari), a favore delle Città murate della Toscana. Si tratta per l’anno in corso di 900.000 euro finalizzati a promuovere e valorizzare l’appartenenza identitaria per i cittadini residenti e una maggiore capacità di richiamo in borghi, città e castelli per turisti.

173/2017 – Efficientamento energetico, entro luglio il nuovo bando da 8 milioni per enti locali e Asl
Uscirà entro la fine di luglio il nuovo bando per progetti di efficientamento energetico degli immobili pubblici. Il bando, inserito nell’ambito della programmazione dei fondi comunitari POR FESR 2014-2020, sarà finanziato con 8 milioni di euro, di cui 4 milioni destinati agli Enti Locali (Comuni, Province, Unioni di Comuni e Città Metropolitana) e 4 milioni destinati alle Aziende Sanitarie Locali e alle Aziende Ospedaliere.

174/2017 – Industria 4.0, al via prestiti e microcredito per aiutare gli investimenti di imprese e professionisti
Pubblicati i due bandi per aiuti agli investimenti delle micro, piccole e medie imprese, compresi i liberi professionisti. I due bandi, in particolare, prevedono aiuti agli investimenti sotto forma di fondo rotativo (22 milioni) rivolto alle micro, piccole e medie imprese e di microcredito (10 milioni). Si tratta di finanziamenti a tasso zero, ovvero di prestiti o piccoli prestiti, da restituire alla Regione in 7 anni. Qui il bando Microcredito a tasso zeroQui al bando prestito a tasso zero 

175/2017 – Innovazione urbana, avanti tutta sugli 8 PIU
Prosegue il lavoro per realizzare gli otto PIU-Progetti di innovazione urbana, voluti dalla Regione per rendere più vivibili, sostenibili e accoglienti alcune aree delle città, riqualificarle, sanare situazioni di degrado sociale o ambientale. Lo scorso anno la Toscana scelse otto progetti tra 21 proposte arrivate da altrettante realtà Toscane. Clicca qui per vedere dettaglio dei PIU e risorse assegnate. Tra i PIU selezionati nel luglio scorso ed ammessi a co-finanzimento regionale c’era il progetto congiunto Poggibonsi-Colle Val d’Elsa. Complessivamente saranno ripartiti oltre 46 milioni di euro (budget minimo di 4 milioni per ciascun progetto), tratti dalle risorse POR FESR 2014-2020.

176/2017 – Sostegno ai centri, case rifugio, lavoro: oltre 2 milioni contro la violenza di genere
Sostegno ai centri antiviolenza, alle case rifugio, rafforzamento delle reti locali interistituzionali di prevenzione e contrasto alla violenza, ma anche nuovi interventi come sportelli di ascolto, ulteriori case rifugio e abitazioni di seconda accoglienza per l’autonomia. Oltre ad azioni volte al reinserimento lavorativo delle donne che rientrano in percorsi di fuoriuscita dalla violenza.Tutto questo si potrà fare con le risorse, oltre 2 milioni di euro, in arrivo dal Governo e con ulteriori risorse regionali con cui la Regione Toscana finanzia le prossime azioni di contrasto e di prevenzione alla violenza sulle donne.

separator

separator